Duing-junior-league

Duing Junior League, sfida accettata!

Il più grande hackaton-tournament virtuale per studenti è iniziato.

Una vera e propria maratona, durante la quale i partecipanti dovranno sfidarsi a colpi di creatività e strategia per riuscire a risolvere i brief lanciati da alcune aziende leader nel panorama italiano.

Stiamo parlando della Duing Junior League, un’esperienza di formazione, capace di creare connessione e confronto, nata con l’obiettivo di diventare un evento di riferimento per i talenti più promettenti e per quelle realtà aziendali che ogni giorno si impegnano nella promozione dell’innovazione in economia e nella società contemporanea.

Conosciamo meglio Duing

Nasce dall’idea di tre giovani menti italiane, durante una loro esperienza lavorativa in Olanda: Angelica Peretti (26 anni), Saverio Mirto (26 anni) e Andrea Zangiacomi (27 anni). Diventata ufficialmente una StartUp a inizio 2018, oggi, dopo solo poco più di un anno, conta 10 mila iscritti provenienti da diversi corsi di studi.

Considerata la nuova frontiera del crowsourcing creativo, non è solo una piattaforma digitale utile allo svolgimento del torneo, ma è soprattutto un punto di partenza e di supporto per la nascita e il consolidamento del rapporto aziende-studenti.

Le menti dei giovani sono il motore del presente e del futuro. Estrarre da loro nuove idee e soluzioni è il modo più innovativo per crescere, esplorare e costruire.

Come si svolge la challenge?

Una competizione lunga cinque mesi, da Ottobre 2019 a Marzo 2020, composto da dieci sfide lanciate di volta in volta sulla piattaforma.

Il nome dell’azienda che sviluppa il brief in questione, è ignoto a tutti ed è rivelato solo al fischio d’inizio!

A questo punto, le squadre, costantemente guidate dai project manager dell’azienda, hanno due settimane di tempo per sviluppare le loro proposte. Caricati i progetti, vengono revisionati e ad ognuno viene assegnato un punteggio, utile alla classifica provvisoria.

Il tutto terminerà ad Aprile, con un grande evento finale sostenuto da partner media nazionali e locali, tra cui WIRED, durante il quale saranno annunciati i vincitori ufficiali.

Insomma, un percorso per niente noioso, anzi sorprendente e stimolante.

“Un’opportunità da cogliere al volo…”, questa la voce unanime dei ragazzi che senza pensarci due volte hanno deciso di accettare la sfida e scendere in campo con le loro squadre.

I protagonisti di questa challenge sono Junior Entrepreneur. Studenti curiosi e ambiziosi, appartenenti ad alcune delle Junior Enterprise della nostra confederazione: JEBS, JEF, JEBO, JEMORE, JEParma, JELU, JECATT, JECoMM, JELIUC, JEME, JEPA, JET, JEToP, JEUPO, JECA, JESic, JEflo, JETN, JEBV, JEMIB e JEVE.

Storie, personalità e visioni diverse, mosse dallo stesso spirito di iniziativa e accomunati dalla stessa voglia di avventurarsi in nuove esperienze che offrono la possibilità di conoscere e approfondire le proprie passioni e attitudini, sviluppare determinate soft skills e migliorare competenze tecniche particolarmente interessanti.

Passiamo la parola ai Junior Entrepreneur:

Cosa ti ha spinto ad accettare questa sfida?

“Ho deciso di partecipare alla Duing Junior League perché…

…mi piacciono le sfide…

…voglio dare un supporto concreto alla mia Junior in una challenge stimolante, sia in termini di “concorrenza” che di argomenti trattati…

…cerco sempre di mettermi alla prova, per crescere e affinare determinate hard e soft skills…

…mi piace l’idea di poter condividere, con i soci della mia junior, interessi e passioni per determinati argomenti…

…è il modo giusto per imparare a lavorare in team, rispettare i miei compagni di squadra oltre che le scadenze, far valere le mie idee senza arroganza e superiorità e a tollerare le differenze di pensiero…

…mi è sembrata un’ottima opportunità per conoscere e confrontarmi con grandi aziende e, per spingermi oltre i miei limiti e le mie conoscenze…”

I ragazzi sono già a lavoro

La prima challenge è già terminata. Il brief è stato sviluppato da Amplifon, oggi leader mondiale nella vendita di apparecchi acustici. Voci di corridoio ci dicono che i risultati sono stati davvero entusiasmanti!

Da qualche giorno, invece, è iniziata la seconda con Warrent Hub. L’obiettivo è: individuare uno strumento digitale in grado di supportare PMI durante il processo di ottenimento di incentivi, contributi e finanziamenti agevolati.

Curiosi di conoscere cosa bolle in pentola?

Ora, non ci resta che augurare buona fortuna ai Junior Entreprenuer partecipanti.

CHE VINCA IL MIGLIORE!

“Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati.” (Michael Jordan)